Restauro di pavimento alla veneziana presso chiesa di Santa Maria Maggiore a Bologna

Restauro conservativo resosi necessario a seguito dei lavori di messa in sicurezza post terremoto.

I lavori di rinforzo strutturale hanno richiesto la copertura a protezione dei pavimenti ma ciò ha amplificato i danni dell'umidità di risalita che, non potendo sfogarsi liberamente,  ha finito con il rendere il pavimento al limite della demolizione.

A complicare ulterirmente le operazioni di restauro conservativo, la pregiata fattura a mosaico di maltagliati e lo scarsissimo spessore dei materiali lapidei incastonati nella calce.

Per evitare di richiamere ulteriore umidità di risalita per effetto osmotico, ho deciso di effettuare la prima levigatura a secco.

Ultimata la levigatura il pavimento è stato stuccato a calce e coccio pesto al fine di rendere i restauri congrui con il pavimento esistente.

A quasi un mese dalla stuccatura abbiamo trattato il pavimento con olio di lino.

Passato il periodo di essicazione dell'olio, il pavimento è stato lucidato con effetto satinato al fine di rendere il lavoro coerente con le origini del pavimento stesso.

Infine l'ultimo trattamento a base di olio di lino ha reso i colori brillanti con in origine.